Pane fresco: vero o falso?


Pane fresco: vero o falso?

C’è un argomento che ci sta particolarmente a cuore: la verità sul pane fresco artigianale e la sua differenza dal pane industriale o semi-industriale.

Sempre più spesso il consumatore viene attirato con slogan del tipo: “Sforniamo pane fresco tutto il giorno”. Sarà vero o falso?

Purtroppo nella grande distribuzione i laboratori dove si produce pane artigianalmente sono rari e in molti casi il prodotto venduto come “appena sfornato” rischia di essere in realtà tutto o in parte surgelato, talvolta proveniente addirittura da Paesi esterni all’Unione Europea.

Ciò che notiamo ogni giorno, sulla base delle richieste dei nostri clienti, è però la controtendenza a una ricerca sempre più attenta della qualità: il vero pane artigianale a lievitazione naturale, organico, di grano intero, integrale; quello fatto con la pasta madre, acqua, farina italiana e sale. Stop.

Qui non c’è posto infatti per additivi e conservanti, che nel pane industriale servono a mantenere la morbidezza e garantire una resistenza più lunga ai processi di surgelazione e confezionamento. Normalmente nel pane non artigianale vengono aggiunte anche grandi quantità di lievito, sale e grassi, per compensare la mancanza di sapore dovuta a tempi di preparazione più ridotti.

Tutto ciò non fa che aumentare la cattiva percezione del pane, a scapito di quello davvero genuino, tanto che alcune persone arrivano addirittura a eliminarlo dalla propria dieta.

Perciò al Forno Artigiano Moretti continuiamo a proporre ai clienti un’alternativa fresca di giornata, naturale, altamente digeribile, che affonda le sue radici in una tradizione artigianale attenta alla selezione delle materie prime e basata su tecniche di panificazione perfezionate in secoli di storia!

E voi, che ne pensate? Quale pane scegliete per la vostra tavola?

+ There are no comments

Add yours