Panettone artigianale, finalmente!


Panettone artigianale, finalmente!

La storia che stiamo per raccontarvi dimostra come le cose in apparenza più semplici nascondano spesso tanto sapere, esperienza e dedizione.

C’era una volta la pasta madre, quella creata alle origini del Forno Artigiano Moretti e rigenerata quotidianamente solo con acqua e farina selezionata, per donare leggerezza, sapore e genuinità a tutti i lievitati.

Un giorno i Mastri panettieri ne presero una parte e iniziarono a coltivarla attentamente, pazientemente per 15 giorni, controllandone di frequente il colore, la consistenza, l’acidità. Fino a che il lievito madre, sano e privo di impurità, portato al giusto grado di maturazione, fu pronto per gli impasti.

Seguendo diverse fasi di lavorazione e di riposo, rispettando i tempi e controllando la temperatura, i Mastri panettieri aggiunsero farina di prima qualità, miele di produzione locale, burro e latte di montagna, uova fresche. Arricchirono poi l’impasto con materie prime speciali: una miscela di uvette pregiate, frutta candita, pezzetti di cioccolato.

Amalgamati bene tutti gli ingredienti in una pasta densa ed elastica, si ricavarono così tanti piccoli pani, subito riposti con cura nei caratteristici pirottini di carta per prodotti lievitati.

Non appena i pani lievitarono su su, fino al bordo del pirottino, i Mastri panettieri ne incisero a mano la superficie superiore e li introdussero infine nel forno, dove ebbe inizio la cottura.

Lentamente spuntò dai pirottini una cupola color bruno intenso… la magia era quasi compiuta! A cottura ultimata, tutti i pirottini vennero capovolti e posti a raffreddare su appositi carrelli.

panettoni-raffreddamento

Il giorno seguente ciascuno fu esaminato dai Mastri panettieri e solo in seguito confezionato ad arte, per rallegrare ancor di più i momenti di festa.

Questa è la storia del re dei dolci natalizi: il panettone. Non di uno qualunque, ma di quello artigianale con la pasta madre, ricco di gusto, prodotto dal nostro Forno senza additivi e conservanti, secondo la conoscenza della materia prima acquisita negli anni e un rigoroso processo di preparazione.

Ti è piaciuta questa storia? Condividila :-)!